Commercio: UE-Australia, al via negoziati per accordo di libero scambio

Accordo UE-Australia -  Creative Commons Zero - CC0Attraverso la contrattazione di un accordo commerciale con Canberra, Bruxelles mira a rimuovere gli ostacoli agli scambi di beni e servizi, creare opportunità per le imprese di tutte le dimensioni e definire norme ambiziose in linea con gli accordi di libero scambio recentemente siglati a livello UE.

CETA - no a ratifica, l’accordo non tutela prodotti tipici made in Italy

La commissaria europea al Commercio Cecilia Malmstroem, insieme al premier e al ministro per gli affari commerciali australiani, Malcolm Turnbull e Steven Ciobo, ha ufficialmente avviato i negoziati per un ambizioso accordo di libero scambio tra Unione europea e Australia.

Nell'ottica di promuovere il commercio globale, i negoziati tra Bruxelles e Canberra sono volti a:

  • rimuovere gli ostacoli agli scambi di beni e servizi,
  • creare opportunità per piccole e grandi imprese,
  • definire norme ambiziose in linea con altri accordi commerciali siglati in ambito UE.

Commercio - in vigore regole piu' severe contro dumping da Paesi terzi

L'apertura di colloqui con l'Australia, spiega l'Esecutivo UE, segue la conclusione dei negoziati con Giappone e Messico e l'entrata in vigore del CETA  (Comprehensive Economic and Trade Agreement) con il Canada, puntando a un consolidamento dell'impegno europeo nella regione Asia-Pacifico.

Dopo l'annuncio ufficiale delle scorse ore, il primo round formale di trattative tra i gruppi di negoziatori delle rispettive parti si svolgerà a Bruxelles dal 2 al 6 luglio 2018.

Tra le economie sviluppate in più rapida crescita al mondo, l'Australia, ricorda la Commissione, ha recentemente negoziato il Comprehensive and Progressive Trans-Pacific Partnership (CPTPP) con altri 10 Paesi nella regione del Pacifico. In tale contesto, il futuro accordo UE-Australia, conclude Bruxelles, consentirà alle imprese europee di competere in condizioni di parità con le imprese di tutti quei Paesi con cui Canberra ha già accordi commerciali.

Commercio - in vigore regole piu' severe contro dumping da Paesi terzi

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.