Fondo UE di solidarieta': Consiglio, ok all'assistenza finanziaria per emergenza Covid-19

CoronavirusDopo l'ok del Parlamento europeo arriva anche il via libera del Consiglio UE alla proposta della Commissione europea per consentire agli Stati membri di richiedere l'assistenza finanziaria del Fondo di solidarietà dell’UE per fronteggiare la pandemia da Covid-19. I paesi più colpiti avranno accesso fino a 800 milioni di euro nel 2020.

Fondi europei: 37 miliardi contro la crisi e bandi prorogati

Nel dettaglio il campo d’applicazione del Fondo di solidarietà viene esteso allo scopo di includere le gravi emergenze di salute pubblica tra le crisi naturali attualmente coperte dal Fondo.

Come funziona il Fondo di solidarietà dell'UE

L'obiettivo primario del Fondo di solidarietà dell’UE - creato nel 2002 - è quello di fornire assistenza finanziaria agli Stati membri colpiti da disastri naturali, come alluvioni, incendi forestali, terremoti, tempeste e siccità.

Con le nuove norme vengono garantiti finanziamenti anche per le emergenze pubbliche e le operazioni di recupero, come il ripristino del funzionamento delle infrastrutture, la pulizia di aree e le sistemazioni temporanee per le persone.

In questo modo viene inclusa l’assistenza alla popolazione in caso di crisi sanitarie - come la pandemia da Covid 19 in corso - insieme alle misure per prevenire, monitorare o controllare la diffusione di malattie.

La misura entrerà in vigore il 1° aprile.

> Regolamento che estende l'ambito di applicazione del Fondo di solidarietà dell'UE

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.