Dal bonus mobilita' ai prodotti sfusi: cosa prevede il decreto Clima

Decreto Clima - Foto di photosforyou da PixabayPubblicato in Gazzetta ufficiale il decreto Clima. Tra le misure incluse nel provvedimento, il bonus mobilità e l'incentivo alla vendita dei prodotti sfusi. 

I fondi UE, nazionali e internazionali per l’economia circolare

Approda in Gazzetta ufficiale il decreto Clima, fortemente voluto dal ministro dell’Ambiente Sergio Costa, primo mattone del cosiddetto Green New DealEcco cosa prevede il provvedimento, in vigore dal 16 ottobre.

Bonus mobilità

Le misure per favorire la mobilità sostenibile nelle aree metropolitane includono un programma sperimentale di incentivazione del trasporto pubblico sostenibile e di altri servizi integrativi da finanziare con le risorse riassegnate nel 2020 al Ministero dell’Ambiente nel limite massimo di 255 milioni di euro.

Previsto inoltre un bonus per i cittadini che rottamano - entro il 31 dicembre 2021 - autovetture omologate fino alla classe Euro 3: un credito fiscale corrisposto mediante un titolo di spesa pari ad 1.500 euro, da utilizzare entro i successivi cinque anni per l’acquisto di abbonamenti al trasporto pubblico locale e regionale e di altri servizi ad esso integrativi, inclusi i servizi di sharing mobility con veicoli elettrici o a zero emissioni, anche in favore dei familiari conviventi. 

Credito che scende a 500 euro per chi omologa i motocicli fino alla classe Euro 2 ed Euro 3 a due tempi.

Programma Conte bis: le misure per energia e ambiente

Contributi per i prodotti sfusi e alla spina

Per ridurre la produzione di imballaggi per alimentari e detergenti, il decreto introduce un contributo agli esercenti che acquistano prodotti sfusi e alla spina fino a  5.000 euro. 

Il contributo è corrisposto secondo l'ordine di presentazione delle domande nel limite di 20 milioni di euro per ciascuno degli anni 2020 e 2021, fino a esaurimento delle risorse.

Scuolabus e corsie preferenziali

Il decreto Clima prevede inoltre l’istituzione di un fondo da 40 milioni per i Comuni per la realizzazione o l’ammodernamento delle corsie preferenziali e di un fondo da 20 milioni per realizzare o implementare il trasporto scolastico per gli alunni delle scuole elementari e medie con mezzi ibridi, elettrici o non inferiori a euro 6.

E i sussidi ambientalmente dannosi?

Escono dalla versione definintiva del decreto i tagli ai sussidi ambientalmente dannosi, previsti nelle bozze precedenti. Ma, tiene a precisare Costa: "La riduzione dei sussidi ambientalmente dannosi, inizialmente prevista nel decreto clima, è contemplata nella Legge di Bilancio. La nostra idea è fare un taglio costante negli anni, da qui al 2040, ma senza penalizzare nessuno. Con le necessarie limature e concertazioni cercheremo di dar luce al miglior provvedimento possibile, con l’obiettivo principale di tutelare l’ambiente, salvaguardando al tempo stesso il nostro sistema produttivo".

Fra le altre misure incluse nel decreto Clima, figurano più poteri e risorse per i commissari che si occupano delle bonifiche delle discariche abusive e della depurazione delle acque, per risolvere il problema storico delle infrazioni ambientali. 

End of Waste: il Salva Imprese supera lo stallo dello Sblocca Cantieri

> Decreto clima in Gazzetta ufficiale

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.