PON Imprese: linee guida su obblighi comunicazione beneficiari Fondi UE

Fondi UE - Photo credit: Foto di Ronny K da Pixabay Il Ministero dello Sviluppo economico ha pubblicato la versione aggiornata del documento “Linee guida e manuale d’uso per le azioni di comunicazione per i beneficiari dei finanziamenti del PON Imprese e Competitività 2014-2020”.

Fondi europei – come gestire i progetti finanziati dal PON Imprese

La linee guida mirano ad aiutare i beneficiari a rispettare le disposizioni in materia di informazione e pubblicità dei fondi strutturali europei. La nuova versione, approvata con decreto direttoriale del 5 settembre 2019, riflette le novità introdotte dal Regolamento europeo 2018/1046, che modifica il Regolamento UE n. 1303/2013 e relativo allegato XII “Informazione, comunicazione e visibilità del sostegno fornito dai fondi”, e dal decreto Crescita.

PON Imprese e Iniziativa PMI – a che punto siamo

Obblighi di comunicazione per beneficiari fondi UE

In linea generale, spiegano le linee guida, le misure di informazione e di comunicazione dirette a riconoscere e dare visibilità al sostegno ottenuto dai fondi strutturali europei devono riportare l'emblema dell'Unione e un riferimento al fondo o ai fondi che sostengono l'operazione.

Nel corso dell'attuazione di un progetto, i beneficiari dei finanziamenti UE sono tenuti ad informare il pubblico sul sostegno ottenuto tramite il proprio sito web, laddove questo esista.

Per i progetti cofinanziati con un importo inferiore o uguale a 500mila euro i beneficiari devono prevedere almeno un poster in formato A3 con informazioni sul progetto, collocato in un luogo facilmente visibile al pubblico, come l'area d'ingresso di un edificio.

Per le operazioni sostenute dal FESR o dal Fondo di Coesione che riguardino il finanziamento di infrastrutture o per le quali il sostegno superi la somma di 500mila euro, invece, è prevista l'esposizione di un cartellone temporaneo di dimensioni rilevanti durante l'esecuzione delle attività e una targa permanente, oppure un cartellone pubblicitario di notevoli dimensioni, collocato in un luogo facilmente visibile al pubblico, entro tre mesi dal completamento.

Le linee guida riportano inoltre gli elementi dell’identità visiva necessari per adempiere agli obblighi di comunicazione ed illustrano l'utilizzo corretto del logo-firma del PON Imprese e Competitività 2014-2020.

PON Imprese 2014-2020: le opportunità di finanziamento ancora aperte

Le novità del decreto Crescita

L’articolo 35 del decreto-legge n. 34-2019, il cosiddetto decreto Crescita, convertito dalla legge n. 58-2019, ha modificato la disciplina in materia di obblighi informativi delle erogazioni pubbliche introdotta dall’articolo 1, commi da 125 a 129, della legge n. 124 del 2017.

In particolare si prevede l'obbligo di pubblicazione delle informazioni rilevanti sulle erogazioni pubbliche nei propri siti internet o in analoghi portali digitali, entro il 30 giugno di ogni anno successivo all’erogazione, per:

  • le associazioni di tutela ambientale,
  • le associazioni di consumatori ed utenti rappresentative a livello nazionale,
  • le associazioni, fondazioni e onlus,
  • le cooperative sociali che svolgono attività a favore degli stranieri.

Per gli imprenditori soggetti all’obbligo di iscrizione nel registro delle imprese esercenti un’attività industriale diretta alla produzione di beni o servizi, un’attività intermediaria nella circolazione dei beni, un’attività di trasporto o altre attività ausiliarie delle precedenti, invece, si prevede l'obbligo di pubblicazione delle informazioni rilevanti sulle erogazioni pubbliche in una nota integrativa del bilancio d’esercizio ed eventualmente del bilancio consolidato entro il termine di approvazione del bilancio annuale.

Per i soggetti che non sono tenuti alla redazione della nota integrativa si procede alla pubblicazione delle informazioni nei propri siti internet secondo modalità liberamente accessibili entro il 30 giugno di ogni anno successivo all’erogazione oppure, in assenza di sito internet, sui portali digitali delle associazioni di categoria, sempre entro il 30 giugno di ogni anno successivo all'erogazione.

Le linee guida aggiornate dedicano anche un capitolo alle modalità di aggiornamento del sito internet dei beneficiari, per cui si richiede una breve descrizione, di 1.000 caratteri circa, del progetto che ha ottenuto il sostegno finanziario che comprenda il logo-firma del programma e che illustri le finalità, i risultati attesi e i risultati raggiunti del progetto finanziato.

Per la predisposizione di targhe e cartelli il MISE ha anche previsto la possibilità di utilizzare, direttamente sul sito, un tool di “riempimento automatico”. Inoltre, è attivo un Servizio di assistenza ai beneficiari per la realizzazione del materiale di comunicazione. Per qualsiasi tipo di supporto è possibile scrivere all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo..

MISE: Programma Operativo Nazionale-PON Imprese e Competitivita' 2014-2020

Linee guida aggiornate

Manuale identità visiva

Loghi PONIC

Photo credit: Foto di Ronny K da Pixabay 

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.